adolescenti

Pubertà, è il tempo dei primi grandi cambiamenti

Parmon Parmon Parliamone

La pubertà è quella fase della vita in cui iniziano i cambiamenti corporei che segnano il passaggio dall’infanzia all’età adulta. Può iniziare già a partire dai 10 anni e prosegue per alcuni anni.
La pubertà non va assolutamente confusa con l’adolescenza, che è molto più lunga e riguarda soprattutto mutazioni psicologiche.
Le ragazze, in questa fase della vita, cominciano a confrontarsi con un corpo che si trasforma giorno dopo giorno. Comprendere questi cambiamenti aiuta a stare più serene.
Pubertà: come cambia il corpo?
La prima mutazione riguarda l’aumento dei livelli ormonali. Questi sono la causa di un primo allungamento della statura e della comparsa di peluria sotto le ascelle e sul pube.
Progressivamente comincia lo sviluppo del seno (telarca). Compare il “bottone” che a mano a mano comincerà a gonfiarsi fino alla formazione definitiva.
Lo sviluppo del seno è spesso asimmetrico, e una leggera asimmetria resterà anche da adulte. Non si tratta di un “difetto”! Ma di una condizione normale del nostro corpo: la parte destra non è perfettamente speculare della sinistra e piccole differenze le abbiamo in tutte le nostre parti, dagli occhi ai piedi.
In una seconda fase la peluria diventa più folta e spuntano i primi brufoli sul viso, la cosiddetta acne.
Attenzione: l’acne andrà via da sola, non serve schiacciare i brufoli, anzi si rischia che così facendo si creino delle piccole cicatrice che segneranno il volto per sempre.
Al culmine di questa fase giungerà il menarca, cioè la prima mestruazione. Ciò indica il raggiungimento della maturità sessuale.
Con la prima mestruazione l’organismo continua ancora a crescere, per altri 2-3 anni, e il corpo di bambina lascerà posto progressivamente al fisico di una donna.
I tempi di questo processo non hanno un inizio e una fine uguale per tutte: ogni bambina ha il suo tempo per diventare donna!